DIO SI È FATTO UOMO

Ambra Mazzoni

Non c’è nulla di più vero e di più grande al mondo che il Natale di Gesù Cristo, che ritorna sempre gradito e con il suo fascino sopravvive a tutte le vicende umane.

Per quanto abili e scaltri individui abbiano tentato di cancellare o di oscurare la persona di Cristo, non sono mai riusciti a dileguarlo nell’oblio o a farlo scomparire dalla storia . Di lui sappiamo il luogo d’origine: Betlemme, e il tempo: quando l’imperatore Cesare Augusto ordinò il censimento di tutto l’Impero Romano che allora si estendeva fino alla Siria, dov’era governatore Publio Sulpicio Quirino.

Come cittadino del mondo Gesù è vero uomo anche se sappiamo che la sua regione di provenienza è il regno di Dio, perché Figlio di Dio. La nascita del Bambino Gesù ha inciso così profondamente nel cammino della civiltà umana al punto che gli storici sono stati costretti dalla portata dell’avvenimento a dividere la storia in due tempi: prima e dopo Cristo. Tra l’attesa e lo stupore Gesù è venuto tra noi a condividere questa nostra esperienza umana per elevarci alla soglia della divinità.

Sappiamo che tutta l’umanità è alla disperata ricerca della felicità e questa sete la sospinge verso diverse ideologie che si avvicendano nell’arco della nostra storia ma che non riescono a soddisfare le profonde esigenze del nostro spirito, perché "l’uomo è un essere, un volere, un potere finito che tende all’infinito" (Giambattista Vico, 1668-1744).

Solo Gesù risponde a queste esigenze e a questa sete perché Egli è la Via, la Verità e la Vita (cfr. Gv 14,6). Non ci sono altre strade per arrivare a Dio.

Egli è la Via: nel ventaglio di mille parziali verità che fanno clamore e vivono per la durata di pochi giorni.

 Gesù è la Verità: tutti gli sforzi dell’uomo per infrangere le barriere della morte si sono rivelati inutili. Solo Gesù ha oltrepassato la morte con la resurrezione: Egli è la Vita.

E’ Lui a riportarci nella sfera del divino, perché ogni nostro merito abbia una dimensione rispondente alla personalità di Gesù, vero Dio e vero uomo, inviato dal Padre a sollevarci dall’arida valle della sete e offrirci l’acqua viva, zampillante per la Vita Eterna. "Dio si è fatto uomo perché l’uomo s’innalzi fino a Dio" (S. Agostino, 354-430).

 

Vai a "Nasce Gesù Bambino"